Materiale scolastico

materiale

E’ già passato un mese dalla fine dell’anno scolastico. Tra un tuffo ed un’escursione bisogna iniziare a pensare anche agli acquisti per essere pronti il 17 settembre, primo giorno di scuola!

Anche quest’anno i primi due giorni (lunedì 17 settembre e martedì 18 settembre) la scuola terminerà alle ore 13,00 SENZA pasto. Poi, da mercoledì 19 settembre inizieremo anche con l’orario pomeridiano.

Al diario – che è quello di istituto – ed ai libri di testo pensiamo noi. Di seguito invece l’elenco del materiale preparato per le singole classi.

Le classi seconda e quinta B comunicheranno l’elenco del materiale nei primi giorni di settembre: con l’arrivo di nuovi docenti riteniamo più opportuno confrontarci e scegliere insieme a loro, anche perché il materiale utilizzato è strettamente legato alla didattica svolta.

Materiale futura prima

ELENCO MATERIALE CLASSE 3 A

ELENCO MATERIALE CLASSE 3 B

ELENCO MATERIALE CLASSE 4

materiale-per-la-classe-5A GHIARDA

Un tesoro per tutti!

festa 1Festa 2Festa 3foto 4

Mercoledì 20 dicembre 2017 presso il cinema teatro Corso di Rivalta si è svolto l’ormai tradizionale spettacolo che gli alunni della nostra scuola allestiscono per augurare a tutti un sereno Natale ed un felice anno nuovo.

Le prove generali della mattina sono state aperte ai nonni, figure fondamentali nello svoluppo e nella crescita dei nostri bambini. Giudici certamente benevoli, hanno compreso le difficoltà di un momento necessario per migliorare e condividere, finalmente tutti insieme, il lungo lavoro svolto dalle singole classi nelle settimane precedenti. I loro applausi e gli affettuosi complimenti hanno rafforzato la gioia di poter presentare la sera un vero e proprio musical.

“Un tesoro per tutti” ricorda l’origine del primo presepe vivente con particolare attenzione ai valori dell’amicizia, della solidarietà e della pace ed è un musical che, formato da varie scene, si svolge prevalentemente in un’Assisi medievale nella quale i protagonisti dovranno cercare un tesoro segreto di cui hanno sentito vociferare.

Gli alunni della classe quinta, recitando e cantando, sono stati i protagonisti di questo musical che è la storia di una mamma di oggi che racconta al suo bambino la storia del primo presepe, quello ideato e realizzato da San Francesco d’Assisi nel lontano 1223 a Greccio in provincia di Rieti durante la notte di Natale. Con San Francesco infatti, nel XIII secolo, la Natività viene raffigurata nel Presepe, diviene cioè una rappresentazione popolare, dinanzi alla quale i fedeli non sostano solo come spettatori affascinanti, ma sono invitati a instaurare un rapporto personale con il Dio bambino.

Sarà proprio Francesco, che da giovane ha lasciato una vita agiata per mettersi al servizio di tutti, a svelare loro il segreto. E mentre nei pressi di una capanna, dove tanta gente del paese è riunita nella rievocazione del primo Natale, i tre fratelli riconoscono i propri genitori nella parte di Giuseppe e Maria, insieme all’ultimo fratellino appena nato. Ecco finalmente  la conclusione della loro ricerca: quel tesoro prezioso, che ognuno può cercare e scoprire dentro di sè, si chiama AMORE, PACE, SOLIDARIETA’… e deve essere condiviso con gli altri.

Nella scena finale , agganciandosi a quella iniziale, si torna ai tempi di oggi: una famiglia come tante altre, la stessa appena rappresentata nella storia antica, che prepara il presepe, segno di continuità e testimonianza dei valori legati al grande dono della nascita di Gesù.

Le sei canzoni presenti – cantate dal coro che è costituito dagli alunni delle restanti 6 classi della nostra scuola – sono parte integrante e fondamentale del musical, ne caratterizzano ed evidenziano i momenti salienti della storia e ne sintetizzano i temi ed il messaggio

Un caloroso ringraziamento alla signora Enrica Ambrogi, nonna di Anna, che ha prodotto e curato le meravigliose scenografie dello spettacolo, al signor Lino Terzi, nonno di Gabrie, che ha completato e messo in sicurezza la capanna, al signor Mirco Pinetti, papà di Veronica e Davide, che ha curato la parte tecnica ed a tutti coloro che ci hanno garantito il proprio aiuto e supporto.

13 gennaio 2018: save the date!

locandina-scuole-aperte2018

Sabato 13 gennaio 2018, dalle 9,00 alle 11,00 sarà possibile visitare la nostra scuola: questi momenti di incontro sono fondamentali perchè vi consentiranno di scegliere a quale scuola primaria iscrivere il vostro bambino con più consapevolezza.

La nostra è una scuola i piccole dimensioni – attualmente abbiamo 7 classi – e ciò favorisce un buon clima, facilita la collaborazione tra gli insegnanti, ma soprattutto permette di conoscere tutti gli alunni che possono godere così di un rapporto molto personalizzato con gli insegnanti.

Nella nostra scuola c’è gruppo di insegnanti mediamente giovani, ma di esperienza che, assunti a tempo indeterminato, garantiscono una buona continuità di insegnamento.

La nostra didattica unisce tradizione e innovazione, utilizzando strumenti tradizionali unitamente alle nuove tecnologie (come l’uso delle LIM  – lavagna interattiva multimediale –  in tutte le classi) per raggiungere gli obiettivi delle indicazioni nazionali.

Riconoscendo che il nostro territorio è ricco di proposte culturali, la scuola è aperta a coglierle e a farle proprie dopo averne valutato la validità e l’opportunità didattica. Nel corso dell’anno numerose sono le uscite e la partecipazione a iniziative organizzate da enti esterni che arricchiscono e completano il percorso scolastico.

La nostra è una scuola a tempo pieno e come tale prevede la mensa che fa parte del tempo scuola obbligatorio ed è un importante momento educativo.

 

Determinante per il buon funzionamento della scuola è il rapporto con le famiglie che da sempre viene ricercato e valutato in modo positivo sia dagli insegnanti che dai genitori e che si sviluppa attraverso contatti frequenti, necessari per l’ottimizzazione del processo educativo e lo sviluppo didattico.

All’incontro del 13 gennaio avremo la possibilità di illustrarvi in modo più approfondito tutti i punti e di rispondere a tutte le vostre domande, perciò non mancate!

BUON ANNO!

buon anno

“Indovinami, Indovino,
tu che leggi nel destino:
l’anno nuovo come sarà?
Bello, brutto o metà e metà?”.
“Trovo stampato nei miei libroni
che avrà di certo quattro stagioni,
dodici mesi, ciascuno al suo posto,
un Carnevale e un Ferragosto
e il giorno dopo del lunedì
sarà sempre un martedì.
Di più per ora scritto non trovo
nel destino dell’anno nuovo:
per il resto anche quest’anno
sarà come gli uomini lo faranno!”.

Gianni Rodari

Felice anno nuovo a tutti i nostri alunni (ed ex alunni) ed alle loro famiglie: che il 2018 ci aiuti a crescere serenamente insieme!

La notte dei racconti

Le emozioni che accompagnano la preparazione di un avvenimento come “La notte dei racconti” sono infinite. Ed iniziano già dal momento in cui si sceglie di aderire come scuola per continuare giorno dopo giorno, con la scoperta del tema, la scelta dei testi, le ambientazioni in cui farli leggere, i dolci omaggi da regalare. L’entusiasmo poi riesce a cancellare magicamente fatica e preoccupazioni. Ci si incontra più volte, si condividono idee, risolvono problemi, verificano proposte… E ci ritrova ad essere sempre più uniti, sempre più squadra…

Questo è ciò che “sta sotto” alla serata del 25 febbraio in cui decine e decine di alunni hanno vissuto la scuola in un orario insolito, alla calda luce delle candele, per ascoltare dalla voce di alcuni genitori.

Tre libri per tre diverse postazioni: questa scelta ha consentito di adeguare le letture all’età dei bimbi e renderne perciò più facile la comprensione.

Questa la postazione della classi prime che hanno ascoltato “Sulla collina” accompagnato dalle dolci note eseguite dal vivo da ex alunne della nostra scuola.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Per le classi seconda e terze, il libro scelto era “Sotto lo stesso cielo”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Per le classi quarta e quinda un grande classico: “Viaggio al centro della terra” di Verne.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Arrivederci al prossimo anno!

 

Iscrizioni a.s. 2017 – 2018

Inizieranno il 16 gennaio 2017 per concludersi il 6 febbario 2017 le iscrizioni alle classi prime di ogni ordine di scuola. Restano valide le procedure già adottate in passato: per le scuole dell’infanzia l’iscirzione sarà ancora cartacea e si dovrà effettuare, per i plessi del nostro Istituto Comprensivo (l’Aquilone, Ghiardello e Marco Gerra) presso la segreteria a Rivalta in Via Pascal n.81.

Per le scuole primarie (Rivalta, San Bartolomeo e Ghiarda) e la scuola secondaria di primo grado (don Borghi), invece, l’iscrizione si effettuerà on line.

La scelta della scuola è sempre un momento delicato. Per accompagnare ed assistere i genitori le nostre scuole effettueranno alcuni momenti, denominati scuola aperta, in cui dirigente ed insegnanti saranno disponibili per illustrare le caratteristiche di ciascun plesso e per ripondere a tutte le domande.

A Ghiarda la scuola aperta si svolgerà venerdì 13 gennaio 2017 dalle ore 18,30 alle ore 19,30.

Sarà comunque possibile chiedere informazioni anche tramite mail

primariaghiarda@donborghi.istruzioneer.it

oppure telefonando allo 0522.560378 dal lunedì al giovedi, dalle ore 13,00 alle ore 14,00 e chiedendo della referente di plesso maestra Nicoletta.

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

 

Natale in coro

Si è svolta mercoledì 21 dicembre 2016 presso il cinema teatro Corso di Rivalta la nostra festa di Natale, occasione per scambiarci con gioai auguri di un sereno Natale e di un felice anno nuovo.

Quest’anno le 7 classi del nostro plesso (ben 132 bambini!) hanno dato vita ad un fantastico coro.

Il Maestro Claudio Abbado diceva che “Il canto è l’espressione musicale più spontanea e naturale e il coro è la forma più immediata del fare musica insieme. In un coro ogni persona è sempre concentrata sulla relazione della propria voce con le altre. L’ascolto dell’altro è quindi alla base del canto corale e in generale del fare musica insieme. Imparare a cantare insieme significa imparare ad ascoltarsi l’un l’altro. Il coro quindi, come l’orchestra, è l’espressione più valida di ciò che sta alla base della società: la conoscenza e il rispetto del prossimo, attraverso l’ascolto reciproco e la generosità nel mettere le proprie risorse migliori a servizio degli altri”.

Nel corso delle settimane, grazie alle maestre di  musica ed alla maestra Stefania Iotti che con il suo sorriso ed il suo entusiasmo ha svolto un fondamentale ruolo di coordinamento, il coro è cresciuto, migliorando la capacità di ascolto e dando il meglio delle proprie possibilità.

Prima della nostra festa c’è stata una piccola anteprima domenica 18 dicembre 2016 presso la Reggia di Rivalta in occasione del tradizionale scambio di auguri delle associazioni locali.

Nonostante l’emozione sia stata davvero tanta, i bimbi hanno ricevuto i complimenti più sentiti anche da parte di suor Maria Claretta – Woopy Gooldberg Good, good, very good! I am very excited! You are an exceptional choir! I’m so happy! I love children very much … I love very much you … I love very much Ghiarda!”

Qui allegato potete trovare il libretto completo del nostro spettacolo, con parti recitate e con tutti i testi delle canzoni.

libretto-recita

Un Natale di luce

“L’oscurità non può scacciare le tenebre, solo la luce può farlo.                                                              L’odio non può scacciare l’odio, solo l’amore può farlo!”                            Martin Luther King

Questo slideshow richiede JavaScript.

Quest’anno i bimbi di tutte le classi hanno donato alle proprie famiglie una lanterna, affinchè potesse illuminare di gioia ed entusiasmo – gli stessi che loro hanno messo nella realizzazione – il Natale.

L’esperienza dal punto di vista didattico è stata molto positiva: ogni classe ha personalizzato la propria rendendola pertanto unica ma la condivisione della stessa idea ha rafforzato l’appartenenza al gruppo scuola.

 

 

Incontro pubblico

Martedì 6 dicembre 2016 dalle 18,30 alle 20,00 presso la scuola secondaria di primo grado del nostro Istituto si terrà un incontro pubblico con l’assessore Raffaella Curioni. Sarà un importante momento di condivisione in cui, ciascuno nel proprio ruolo ma con un desiderio comune di crescita,  potrà chiedere chiarimenti, esporre idee, illustrare proposte. Un appuntamento a cui non mancare!15392794_10211801184133015_8929829770005927204_o

Code Week 2016

Dal 15 al 23 ottobre 2016 si è svolta la settimana europea della programmazione, Europe Code Week, arrivata alla quarta edizione. Nel corso della settimana si sono svolti migliaia di eventi in ogni parte d’Europa per offrire a giovani e giovanissimi l’opportunità di iniziare a programmare! Si tratta di vere e proprie esperienze di programmazione, che consentono anche ai piu’ piccoli di divertirsi in modo costruttivo vedendo le proprie idee prendere forma.

La programmazione è il linguaggio delle cose. Gli oggetti che chiamiamo smart contengono un microprocessore che aspetta solo di essere programmato. Programmare è il modo più semplice per realizzare le nostre idee e il pensiero computazionale stimola la creatività e ci aiuta ad affrontare e risolvere problemi di ogni tipo.

Nel mondo odierno i computer sono dovunque e costituiscono un potente strumento di aiuto per le persone. Per essere culturalmente preparato a qualunque lavoro uno studente di adesso vorrà fare da grande è indispensabile quindi una comprensione dei concetti di base dell’informatica. Esattamente com’è accaduto in passato per la matematica, la fisica, la biologia e la chimica.

Il lato scientifico-culturale dell’informatica, definito anche pensiero computazionale, aiuta a sviluppare competenze logiche e capacità di risolvere problemi in modo creativo ed efficiente, qualità che sono importanti per tutti i futuri cittadini. Il modo più semplice e divertente di sviluppare il pensiero computazionale è attraverso la programmazione (coding ) in un contesto di gioco.

Per questo tutte le nostre classi hanno partecipato alla Settimana del codice – concludendola con un flash mob nel cortile della scuola! – e ripeteranno l’esperienza nella settimana dal 5 all’11 dicembre 2016, durante la quale si celebra a livello mondiale l’Ora del Codice.